Argegno

Frode da 8 mln, GdF Bergamo: tre arresti

Tre pregiudicati - tra cui uno per associazione a delinquere di stampo mafioso e un altro condannato per omicidio - sono stati arrestati oggi dalla GdF di Bergamo per una presunta frode al fisco di almeno 8 milioni di euro. Si tratta di due campani e un lombardo, raggiunti oggi dalle ordinanze di custodia cautelare in carcere: nei loro confronti è anche stato disposto il sequestro finalizzato alla confisca di beni per un valore pari a 10,6 milioni di euro. I provvedimenti sono l'epilogo di un'articolata indagine nel corso della quale erano già state denunciate 18 persone, 13 delle quali arrestate per attività estorsive, rapine, lesioni, spaccio di sostanze stupefacenti. Secondo l'accusa, i tre, tramite due società operanti nel settore del movimento delle merci, intestate e gestite da prestanome, si sarebbero accollati debiti tributari di altre imprese campane, che sistematicamente provvedevano a compensare attraverso falsi crediti Iva, derivanti dall'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie